Www.fitnesscare.online

IL TAGLIATORE DI TESTE

Based on 3 reviews.
5.0/ 4.0 - 9 reviews

Author:

Publisher: MISS BLACK

Number Of Pages:

publication Date:

Language: ITALIANO

ISBN-13: 9788826012421


This site currently has over a thousand free books available for download in various formats and you can read it on your PC or Smartphone.

*Free signup required to download or reading online IL TAGLIATORE DI TESTE book.

  • Description
  • About Author
  • Reviews (0)

Nella cittadina del Texas in cui vive Onie c’è un’unica grande azienda, un mobilificio che dà lavoro a molti degli abitanti, compresa la sua migliore amica. Quando l’azienda viene venduta e si annuncia una razionalizzazione del personale Onie, che scrive per un piccolo giornale locale, si offre di scoprire chi verrà lasciato a casa e usando quali criteri. Chiede un’intervista all’esperto di risorse umane – il “tagliatore di teste” – che la casa madre ha spedito in città per decidere chi tenere e chi licenziare e tenta di estorcergli qualche informazione. Sfortunatamente il tagliatore di teste si accorge del suo gioco. Ancora più sfortunatamente, è un uomo che non si fa scrupoli nell’usare il proprio fascino. Onie scoprirà presto che a scherzare con uno come lui le conseguenze possono essere imprevedibili...--CONTIENE SCENE ESPLICITE - CONSIGLIATO A UN PUBBLICO ADULTO--«Non voglio una prostituta, non capisco dove sia il problema. Mi piaci. Sto giocando la carta dell’onestà. Non ho finito, con te. Non ho nemmeno iniziato, perché quando abbiamo scopato la prima volta ero concentrato sullo scopo e nient’altro. Se ora sali in camera con me ti farò divertire, lo giuro».«No».Sospirò.«Okay, allora fermati da qualche parte. Un parcheggio, uno spiazzo».«Perché, scusa?».Mi guardò in silenzio per un paio di secondi.Scosse le spalle. «Devo pisciare».Pensai che avrebbe potuto aspettare fino in albergo, ma forse gli scappava parecchio. In fondo aveva bevuto una birra e tutti sanno l’effetto che fa la birra fredda nelle serate calde. Trovai uno spiazzo a ridosso di una macchia di vegetazione, oltre il parcheggio di un supermercato chiuso. La configurazione di Sommerville aiuta, in questi casi, perché a parte il centro è fatta di costruzioni ben distanziate, di solito a un piano, che compongono una periferia ordinata di villette a schiera e zone commerciali.Mi accostai e spensi il motore. Riley si slacciò la cintura e si girò dalla mia parte.«Be’? Non scendi?».Si allungò per baciarmi. Il bacio che mi aveva dato nel pub, in confronto, quasi scomparve perché quello fu un bacio di tutt’altra qualità. Un bacio affamato, quasi un morso, che continuò e continuò. Una delle sue mani si strinse su uno dei miei seni, mentre con l’altra mi prendeva per la vita.«Quest’ultima cosa era una bugia» disse, prima di riprendere a baciarmi.Cercate di capirmi. Quell’uomo era assolutamente pessimo, era una cosa che sapevo benissimo, ma era anche un concentrato di lussuria. Non era solo bello, non era solo sensuale... no, ti faceva venire voglia di farci le porcherie insieme.